Cos’è il fotovoltaico

Il fotovoltaico è la tecnologia che permette la trasformazione della luce in energia elettrica. Si basa sull’utilizzo di “celle fotovoltaiche”, piccole lastre di materiale semiconduttore: su queste lastre si genera una piccola differenza di potenziale tra superficie superiore ed inferiore.

La radiazione solare entra in gioco mettendo in moto gli elettroni interni al materiale generando una corrente continua convertita poi in alternata.

Il sole, che alimenta il fotovoltaico, rappresenta la fonte di energia primaria, inesauribile, pulita e a costo zero. Ogni anno il sole fornisce 19.000 miliardi di TEP (tonnellate equivalenti di petrolio), quasi 2.000 volte il fabbisogno annuo di energia di tutto il mondo.

L’immediato vantaggio ambientale è dato dalla possibilità di produrre energia elettrica senza emissioni di gas serra: basti dire che 1 chilowattora di energia fotovoltaica significano 500 grammi di CO2 in meno.

Vantaggi dell’energia offerta dal sole

  • Produce energia senza generare anidride carbonica, con benefici per la qualità dell’aria e la difesa degli equilibri climatici: ogni kWh di energia prodotta con il fotovoltaico significa 500 grammi di CO2 in meno.
  • È a bassissimo “impatto visivo”, si inserisce con discrezione in ogni ambiente, si integra con l’architettura di tetti e coperture e non richiede infrastrutture per il trasporto dell’energia.
  • Non lascia tracce perché può essere integralmente rimosso e i moduli possono essere rigenerati.
  • Rispetto alla durata dell’impianto off re tempi d’ammortamento brevi (inferiori al 25% della vita dell’impianto) offrendo quindi una lunga e sicura redditività.
  • Offre una lunga durata d’esercizio (fino a 40 anni) e praticamente non necessità di manutenzione.
  • Offre un ritorno d’immagine positivo per l’alta considerazione riservata dall’opinione pubblica alle aziende ecocompatibili e sostenibili dal punto di vista etico e sociale.